L’estate s’avvicina e con lei compare all’orizzonte la fatidica e temuta prova costume: non sarebbe meraviglioso che i chili di troppo scomparissero per magia e che si potesse dare battaglia ai peli superflui in modo indolore?

Per la prima, purtroppo, ci vorrebbe solo un miracolo. Per la seconda, invece, c’è una soluzione, ed è anche semplice e duratura.

Mettete da parte i metodi tradizionali, come crema depilatoria o rasoio, sicuramente poco efficaci poiché si limitano a rimuovere il pelo nell’immediato e non risolvono il problema della ricrescita,  facendo sì che dopo poco sia necessario depilarsi nuovamente.

Una risposta ‘illuminante’

I risultati migliori possono essere ottenuti, invece, grazie all’epilazione a luce pulsata, una tecnologia che si basa sull’emissione di impulsi luminosi ad alta intensità. La luce viene assorbita dai pigmenti presenti nel fusto del pelo, che la ridirigono verso la radice, rendendo così inattivo il follicolo. Tutto questo senza particolari fastidi, perché quello che potreste sentire è al massimo un pizzicore leggero oppure una temporanea sensazione di calore. Inoltre, il rossore che potrebbe presentarsi sulla pelle dopo l’epilazione a luce pulsata svanisce nel giro di ventiquattr’ore. L’epilazione non lascia alcuna traccia, dunque: solo una pelle liscia e setosa da sfoggiare in spiaggia.

© / GettyImages

È importante giocare d’anticipo

Dopo il passaggio della luce pulsata, i peli cadranno in modo naturale nelle settimane successive. Ricordatevi, però, che per ottenere effettivamente dei risultati, i peli dovranno essere nella fase di crescita durante il trattamento. Poiché il ciclo di vita dei peli ha tre fasi, e non tutti i peli del corpo sono contemporaneamente nella fase di crescita, saranno necessari diversi trattamenti per raggiungere risultati. Per questo è importante giocare d’anticipo e iniziare per tempo. Tenete sempre presente che la luce pulsata non va d’accordo con quella solare e, nel caso vi esponiate al sole, dovrete interrompere qualsiasi trattamento. Se invece avete la pelli già abbronzata, prima di sottoporvi al trattamento sarà opportuno aspettare almeno quattro settimane dall’ultima esposizione solare, affinché diminuisca la quantità di melanina della pelle.

La soluzione giusta, comodamente a casa

Dare battaglia ai peli superflui in modo indolore con la luce pulsata può avere anche un altro vantaggio, quello di poterlo fare tranquillamente a casa: non occorre consultare l’agenda e fissare un appuntamento da incastrare con i vari impegni quotidiani, basterà ritagliarsi un momento di tranquillità in cui rilassarsi davanti a un film oppure alla serie tv che amate. Esistono, infatti, diversi dispositivi domestici come HoMedicsDuo Lite con cui potrete eseguire i trattamenti da sole, in tutta sicurezza e secondo le tempistiche che preferite, senza la necessità di recarvi presso un centro specializzato. Ciò vi permette di ottimizzare i tempi e concedervi il meritato relax, scegliendo il momento ideale della giornata.

L’importante è essere costanti ed eseguire il protocollo del libretto d’istruzioni in maniera rigorosa: la risposta al trattamento è molto soggettiva ma solitamente i primi risultati si osservano già dopo 5 trattamenti.

Con la luce pulsata ha inizio una nuova era: dare battaglia ai peli superflui in modo indolore non è mai stato così semplice.